Area riservata Nome utente
Password
Autenticazione in corso... Nome utente o password errati Non e' possibile accedere all'area riservata
Iscriviti alla nostra newsletter
SuoniLavici Musica popolare dal SUD ITALIA

MENU
Antipasto: 3 di mare e 3 di terra
Primo: Spaghetti con pesto al basilico crudaiola di pomodorini e scaglie grana
Dessert: panna cotta
1 calice di vino

EURO 25.00 persona
PRENOTAZIONE NECESSARIA: (+39) 081 8760364 - 081 19254344 - info@ilquartomiglio.it


COCKTAIL BAR durante la serata
per chi non vuole cenare, ingresso libero e sola consumazione drink

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

SuoniLavici Musica popolare dal SUD ITALIA
Il progetto SuoniLavici nasce dall'esigenza di preservare quello che è il patrimonio musicale legato alla tradizione del sud Italia e, con un’opera d’interpretazione personale, renderlo attuale.

Lontano da contaminazioni d'oltreoceano SuoniLavici predilige sonorità nostrane legate, perlopiù, alla cultura contadina. Il risultato è una mistura di suoni acustici presi in prestito da tutta l'area mediterranea che uniti a canti popolari della nostra penisola, danno vita ad uno spettacolo composto da pizziche, tammurriate, tarantelle, villanelle, saltarelli etc.
Cena Concerto in GiardinoSabato 14 Luglio 2018

Armanda Desidery TRIO
Armanda Desidery/Pianoforte - Guido Russo/Basso - Marco Fazzari/Batteria

MENU: Antipasti, un Primo, Dessert, 1 calice di Vino a persona
EURO 25.00 persona
PRENOTAZIONE NECESSARIA: (+39) 081 8760364 - 081 19254344 - info@ilquartomiglio.it

COCKTAIL BAR durante la serata
per chi non vuole cenare, ingresso libero e sola consumazione drink.
 
Trascorri con noi le feste di Pasqua 2018. Guarda le locandine per scoprire il menù, ti aspettiamo.
Quest'anno passa con noi le tue festività, abbiamo preparato fantastici menu e molte sorprese per trascorrere insieme un bel Natale e un felice Anno Nuovo.
Vedi le locandine e scopri i nostri menu festivi... per info e prenotazioni chiamare direttamente in azienda.
1 - 2 - 3 - 4
lunmarmergiovensabdom
262728293012
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31
eventi
  • il principio dell’eccellenza
    La vita in vigna si può riassumere in varie fasi ognuna delle quali prepara al meglio la raccolta futura. D'inverno si lavora in previsione della raccolta di fine estate: alle prime piogge autunnali si procede all'erpicatura dei terreni per poi passare alla potatura (sistema a cordone speronato) ai primi di dicembre. In seguito si lavora alla concimazione dei terreni con concimi organici e si esegue una nuova erpicatura. Siamo arrivati in primavera e si iniziano a vedere i primi frutti del lavoro, tutt'intorno è verde ma tra i filari domina ...more
  • là dove la terra brucia
    I vini del IV Miglio esprimono la millenaria storia dei Campi Flegrei e portano con sé tutta la specialità di un luogo ricco, antico e prezioso. Siamo in Campania, in una particolare area geografica a nord di Napoli, sui declini di crateri spenti, un museo archeologico a cielo aperto: terra fertilissima e soleggiata, clima mite, paesaggio formato da una serie di rilievi vulcanici che rendono vario la terra. Terra effervescente: i fenomeni vulcanici sono particolarmente vistosi nella solfatara di Pozzuoli; suggestivo è anche il lago ...more
  • emozioni da assaporare
    Nelle soleggiate "Terre Ardenti" dei Campi Flegrei, cantate dai Romani e costellate da piccoli crateri, in questo suggestivo e particolare scenario naturale nasce il ristorante de "Il IV Miglio" che, insieme alla cantina, è l'espressione massima dell'ospitalità della famiglia Verde. Ambiente caldo, luminoso, accogliente, elegante ma, allo stesso tempo, informale in cui si parte per un lungo viaggio fatto di scoperte e riscoperte di sapori nuovi e dimenticati. Tutti ingredienti, questi, legati alla capacità e all'accoglienza ...more
  • i nostri vini
    Si raccontava che già a fine ottocento Raffaele Verde facesse uno dei vini migliori di Quarto. Vanto del territorio, ogni contadino e carrettieri facevano tappa obbligata da don Raffaele. Anche il figlio, Ciro, continuò questa tradizione, ma la guerra causò una temporanea pausa alla commercializzazione. Fu ripresa dal figlio, sempre di nome Raffaele, ma verso un pubblico di nicchia: Ciro elevò le qualità del vino, facendolo rimanere un classico "sibi et amicis". Ancora un Ciro, siamo ai tempi nostri, riprende le due ...more
Precedente Successivo